Avviso importante: sei un Copywriter, o vuoi diventarlo? Scopri come

 

VIDEOComescrivereunaletteradivenditacon

Oggi mi trovo qui a scriverti un articolo insolito dagli altri perchè qualche mese fà, ero dietro alle quinte lavorando interrottamente ogni giorno, sia sabato che domenica, fino a tarda sera, per realizzare un infoprodotto a me caro, ma non caro riguardo il prezzo, ma caro perchè nel pensare e nel pianificare mettendo nero su bianco tutto quello che ti volevo scrivere e dire, ci ho messo:

  • tanta energia,
  • dedizione,
  • il tempo necessario per scrivere,
  • tutta la mia esperienza scrivendolo su carta e renderlo disponibile, di aiuto, di valore per te,
  • tanta passione nello scrivere,
  • il tempo e l’energia per mettermi lì a scrivere, a parlare che per me non è facile essendo timida 🙂
  • etcc

per aiutare tutte le persone che vorrebbero scrivere la propria lettera di vendita pubblicizzando su internet il proprio infoprodotto.

Hai difficoltà a scrivere nel modo empatico, persuasivo ed emotivo e trasmetterlo con il cuore? 

Hai anche difficoltà nel sapere che passi fondamentali devono essere assolutamente inseriti?

Quello che ti posso accennare e dire in questo articolo, sono alcuni passi che tratto e che utilizzo io quando scrivo lettere di vendita e che consiglio vivamente di utilizzarli anche tu come…

  • Il blocco dello scrittore,
  • scopri qual’è il tuo luogo migliore dove scrivere la tua lettera di vendita,
  • etcc…

Questi sono solo 2 dei punti che ho scritto e detto all’interno dell’infoprodotto e vedrai che ti renderai conto che gli argomenti che tratto, sono importanti e da non sottovalutare, perchè si danno per scontati, invece no.

 

HAI MAI AVUTO IL BLOCCO DELLO SCRITTORE?

Sicuramente sì, ti sarà capitato di voler scrivere un articolo, una email, un tuo infoprodotto, ma… non sai proprio cosa scrivere, come iniziare a scrivere il pezzo, come fare per farti arrivare le idee, all’interno dell’ebook scopri come fare per sbloccare il primo punto fondamentale ed essenziale e molto altro ancora nel punto…il blocco dello scrittore.

Oppure trattando del secondo punto che ti ho citato qui sopra:

HAI IDEA DI QUAL’E’ IL TUO LUOGO MIGLIORE PER SCRIVERE LA TUA LETTERA DI VENDITA?

Ti sei mai chiesto e ci hai mai fatto caso se hai il tuo luogo migliore dove scrivere la tua lettera di vendita?

Magari non ci hai mai fatto caso a questo punto particolare e fondamentale per te, ma se leggi e ascolti l’infoprodotto, ti renderai conto che anche questo punto è importante e noterai differenze.

Oltre a questi 2 punti importanti che ti ho citato qui sopra, all’interno ne troverai altri che ti servono per scrivere la tua lettera di vendita e come usare e mettere in atto i vari passaggi, ma non te li stò a svelare tutti qui, altrimenti poi non è più una SORPRESA PER TE.

In questo articolo se hai notato ti ho scritto solo 2 punti che ho scritto all’interno dell’infoprodotto, ma adesso te ne voglio scrivere un altro di punto, però non ti rivelo che cosa ho scritto e detto all’interno, altrimenti poi non è una sorpresa…eccolo qua.

PERCHE’ E’ MEGLIO SCRIVERE UNA LETTERA DI VENDITA IN QUESTA MANIERA?

Questo è un altro punto che tratto all’interno del mio nuovo progetto, ma gli altri punti fondamentali desidero che gli scopri adesso tu, perchè ti sono d’aiuto e utili per scrivere la tua lettera di vendita.

All’interno potrai approfondire anche altri argomenti e scoprirai quali sono i miei metodi che fino adesso non ho rivelato ancora a nessuno, ma gli scoprirai SOLO TU , dopo aver cliccato qui sotto nell’immagine e acquistato il video corso, e…

…come puoi notare nell’immagine riceverai anche ben 3 BONUS di valore, cioè l’ebook, l’audio e la mappa mentale.

P.S: Per entrare nella mia lettera di vendita molto diversa e particolare rispetto alle altre basta cliccare sull’immagine qui sotto.

Versione_completa_ma_eb_vi_au_big

SEI UN APPASSIONATO DI COPYWRITING O STAI PER DIVENTARLO?

VUOI IMPARARE A SCRIVERTI DA SOLO LA TUA LETTERA DI VENDITA SENZA DOVER SPENDERE TROPPI SOLDI PER CHIEDERLO AD ALTRI, OPPURE SENZA DOVER PRENOTARE L’ AEREO, L’ALBERGO E IL CORSO PER IMPARARE?

SE INVECE INVESTI I TUOI SOLDI CON UN CLICK…RICEVI TUTTO IL MATERIALE DIRETTAMENTE E COMODAMENTE A CASA TUA SUL TUO PC, CON LA STESSA DEDIZIONE ED ENERGIA!

NON E’ MEGLIO?

 

Ora finisco qui l’ articolo e se hai domande o commenti da fare, puoi rispondermi lasciandomi il tuo commento qui sotto per avere anche una tua opinione riguardo a quello che hai letto fino adesso.

Nel frattempo ti ringrazio di avermi seguito e se ti fa piacere condividilo su Facebook.

Da oggi puoi anche seguirmi sul canale youtube per ascoltare le mie interviste gratuite ai Copywriter italiani.

MIAFIRMARIMPICCIOLITA

 

 

 

P.P.S: Per entrare nella mia lettera di vendita molto diversa e particolare rispetto alle altre basta cliccare sull’immagine qui sopra.

 

Ciao e grazie

 

 

Loading Facebook Comments ...
7 commenti
  1. Marco
    Marco dice:

    Ciao Chara.
    Ho letto l’articolo ma, non fino in fondo.
    Mi sono fermato una riga dopo il primo elenco puntato

    Purtroppo l’italiano non esiste e così mi diventa difficile
    aver fiducia e posizionarti come esperta.

    Rispondi
    • Chiara Talin
      Chiara Talin dice:

      Ciao Marco peccato che ti sei soffermato solo a vedere l’italiano, non mi considero l’esperta ma una persona che aiuta a chi ha bisogno di pubblicizzare su internet il proprio infoprodotto e applicando i miei metodi gli è più facile.

      Può essere che anche te hai bisogno di questo mio videocorso perchè ti può aiutare a scrivere una tua lettera di vendita per pubblicizzare su internet il tuo infoprodotto, ma ti sei soffermato solo all’italiano.
      Io vado oltre e vedo oltre all’italiano. Se una persona sbaglia a scrivere, ma il contenuto è di aiuto, di valore, che fai?

      Ci mancherebbe ognuno la pensa come vuole. Ti sto dicendo solo la mia opinione.

      Comunque anche tu con l’italiano…Ciao Chara… invece di Chiara 🙂

      Grazie buona giornata

      Rispondi
  2. Andrea
    Andrea dice:

    Mah…secondo me Marco tu fai confusione fra una lettera di vendita (che deve vendere) e il tema della maturità.

    Affermare in modo vacuo e superficiale “l’italiano non esiste”, senza neppure entrare nel merito e spiegare in quali punti (visto che hai anche letto solo poche righe) ritieni sia stata usata una lingua diversa dall’italiano.

    Senza offesa, ma nutro seri dubbi sulla tua influenza nel posizionare un esperto, almeno nell’ambito del copywriting, penso che Chiara possa dormire sonni tranquilli 😀

    Rispondi
    • Chiara Talin
      Chiara Talin dice:

      Ciao Andrea ho letto la tua risposta e hai ragione su quello che dici…poi ognuno è libero di dire quello che vuole, però non bisogna giudicare una persona avendo solo letto poche righe, ma senza leggere fino alla fine il contenuto.

      Io trasmetto e dò contenuti di valore per chi mi segue e aiutare chi ha bisogno di scrivere lettere di vendita.

      Non mi considero un’esperta del copywriting anche perchè c’è sempre da imparare, però mi considero un’appassionata del mestiere. 🙂

      Grazie Andrea

      Ciao da Chiara

      Rispondi
  3. Andrea Tamburelli
    Andrea Tamburelli dice:

    Spezzo una lancia a favore di Marco: io sono un copywriter da molti anni, scrivo lettere di vendita e comunicati stampa e gestisco l’immagine web di molti clienti, che spesso sono aziende prestigiose che pagano molto per avere un servizio, che dev’essere pulito e corretto, ho letto alcuni articoli di questo interessante blog e con molto orgoglio ho notato che alcune nozioni erano cose che scrivevo nei miei prodotti già tre anni fa….
    Non voglio farmi pubblicità perchè non ne ho bisogno ma voglio tornare sul discorso “lettera di vendita”.
    Allora, una lettera di vendita ha una funzione importantissima: presentare ad un ipotetico cliente un prodotto/servizio ed indurlo a compiere un’azione.
    Detto questo parto con un dato di fatto: su Internet la gente non ha pazienza, è spudoratamente onesta e soprattutto amplifica ogni piccola cosa, compresi gli errori, pertanto se nella nostra lettera di vendita sono presenti errori di lingua (che non sono necessariamente errori grammaticali ma anche cose scritte con un dubbio italiano) si stancano automaticamente e spesso abbandonano la nostra pagina.
    Capisco allora perchè Marco si è stancato di leggere: non è entrato in empatia con ciò che stava scritto perchè la lingua invece che “calamita” era divenuta “barriera”.
    Il nostro mestiere è quello di mantenere alta l’attenzione dei prospects, e lo dobbiamo fare con molte strategie che spesso sono dei “segreti del mestiere”. Io stesso ho realizzato una forma di “scrittura ipnotica” studiando Joe Vitale ed altri autori di oltreoceano perchè in Italia abbiamo il vizio di scrivere come parliamo, invece per catturare l’attenzione del lettore dobbiamo entrare in empatia con lui, anche se i lettori sono tutti differenti…impresa molto difficile!!
    Con questo concludo (odio essere prolisso) dicendo che il copywriter è un mestiere molto difficile e solo scrivendo e sperimentando si riesce ad ottenere qualche risultato positivo, se ci soffermiamo sul nostro stile senza rivederlo o porci la domanda “ma chi legge cosa pensa” saremo destinati a fallire.

    Rispondi
    • Chiara Talin
      Chiara Talin dice:

      Ciao Andrea ho letto il tuo lungo messaggio e, innanzitutto ti ringrazio di avermi risposto e detto cosa pensi, ora ti rispondo io.

      Già il fatto che spezzi la lancia a favore di Marco, significa che sei stato anche tu superficiale, hai letto magari velocemente l’articolo, oppure non lo hai neanche letto, ma leggendo il messaggio di marco, hai pensato come lui, forse e, non hai visto oltre…no lo sò.

      La parola non voglio farmi pubblicità…già significa, voglio farmi pubblicità, perchè se lo sai, il “non” non esiste, perchè se cerchi anche su Google…non voglio trovare una camicia rossa, ti compaiono immagini con camicie rosse.

      Mi fa piacere che anche tu sei un Copywriter e, ti ringrazio quando mi dici che il mio blog lo hai trovato interessante.
      ogni articolo e infoprodotto che realizzo, lo faccio con passione dedizione, ma non lo faccio mai con superficialità, perchè non è nel mio essere fare le cose tanto per farle, o farle per pubblicità.

      Riguardo alla lettera di vendita, sò qual’è la sua funzionalità e, sò che ci sono molte persone che leggono velocemente la lettera, o qualsiasi altra cosa, senza aver capito poi di cosa si tratta, etc…

      Se invece una persona si sofferma, legge con attenzione la lettera, il video-corso, può scoprire che non è scritto o, fatto in modo superficiale, ma puoi renderti conto che in realtà sono argomenti interessanti che ti possono essere utili, ma questo ovviamente non lo sai, perchè non lo hai testato.

      Può anche essere che trovi un argomento che non sapevi neanche che esisteva, o per te era una cosa banale da non tenere conto, invece, è proprio quell’argomento lì che bisogna tenere conto e, che fa la differenza.

      Questo video- corso l’ho realizzato per dare dei benefici a chi ha bisogno di determite informazioni, che ancora non sapeva, oppure se sa già, ma spiegate in un modo differente, quindi mi sono sentita di realizzare il mio video-corso.

      Ci sono tanti libri che parlando di Legge Di Attrazione, ma ogni autore lo scrive nel modo diverso dagli altri, con una sfumatura differente.

      Ovviamente se non hai acquistato il mio video-corso, come puoi dire già a priori che ha ragione Marco, se anche tu stesso non sai com’è fatto? Come fai a giudicare un lavoro senza neanche averlo prima testato? 🙂

      Se lo avevi acquistato e testato e, mi dicevi che c’erano errori etc…allora ok, ti potevo dare ragione, ma così, solo basandoti sulle parole e basta, senza fare i fatti…non va bene. 🙂

      Marco si è stancato di leggere il mio articolo, perchè guardava solo superficialmente gli errori e basta…come posso dedurre che anche tu hai fatto lo stesso, o sbaglio?

      Anch’ io posso dire ad esempio che il corso di Publick Speacking non serve a niente per ovvi motivi…ma se non lo fai, non lo provi, come fai a dirlo?

      Una volta che hai provato e fatto il corso di Publick, allora sì, ti puoi rendere conto se ha avuto i suoi benefici, e ha avuto i suoi frutti, altrimenti non lo saprai mai.

      Poi, come dici tu alla fine, solo sperimentando e, facendo il lavoro del copywriting per passione, con dedizione, si vedono poi i risultati.

      Grazie

      Ciao

      Chiara Talin

      Rispondi
      • Andrea Tamburelli
        Andrea Tamburelli dice:

        Cara Chiara non ho assolutamente parlato del tuo videocorso, lungi da me, io parlo solo delle cose che conosco ed ho letto il tuo articolo che celava una lettera di vendita.
        Riguardo al NON hai ragione, nella nostra mente non esiste ma ti assicuro che io NON ho bisogno di pubblicità (e quando una persona dice “NON ho bisogno di mangiare” non significa che ha fame) quindi ti stai sbagliando anche su questo, a mio parere stai applicando “a copione” dei clichè che sono diventati immutabili leggi del copywriting che però vanno adottati a seconda del contesto e non SEMPRE.
        Non stai parlando con un novizio e non devi dispiacerti che io non abbia apprezzato la tua lettera di vendita perchè, se vuoi il mio parere personale, hai tralasciato il fattore fondamentale: creare il bisogno nel lettore.
        Tu hai parlato della tua dedizione, ma al prospect non interessa la tua dedizione: anche se scrivessi per 200 pagine “Il mattino ha l’oro in bocca” lo farei con dedizione ma non significa che io ho scritto qualcosa di utile o professionale. L’utente legge la tua lettera solo se riesce a creare del rapport (se non conosci la parola cercala) e solo se entra in rapport con ciò che scrivi, la magia del click si avvera.
        Non sono uno che ama criticare ma solo dire ciò che pensa e spesso nei miei coaching facendo questo metto i cochee nella condizione di imparare “a muso duro” comunque so perfettamente quanta dedizione ci vuole per confezionare un prodotto in cui credi e so perfettamente anche quanto male fa quando le vendite di quel prodotto non superano le tue aspettative (magari ti illudevi di insegnare ad una massa più ampia le tue idee, i tuoi studi).
        Tu mi hai risposto pontificando che io non abbia letto le tue pagine, ma ti sei sbagliata perchè non solo ho letto ma ne ho lette più di una e devo dire che tu utilizzi un linguaggio che a volte lascia a desiderare e per questo devi stare attenta perchè su Internet la gente è spietata, al primo refuso si stufa e clicca la crocetta e ti manda a quel paese (se non mi credi fa uno split test e vedrai che ho ragione, ed il bello è che l’ho imparato fallendo e resuscitando)
        Quindi ti saluto augurandoti di trovare in mezzo alle tue idee la strada giusta e le innovazioni giuste (non fermarti ai titoli o agli elenchi puntati, sono superati) e soprattutto non suppore che chi ti critica ti vuole per forza denigrare o ti vuole male, io non l’ho fatto con questo scopo (ed il NON è vero) e soprattutto molte leggi immutabili si applicano al contesto e non alla situazione, che è differente 😉

        Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.