Che differenza c’è tra scrittore e atleta?

 

CHE DIFFERENZA CE TRASCRITTEATLETA

Oggi come vedi ti scrivo un articolo un pò strano, però se guardi dal mio punto di vista…non lo è affatto. 🙂

Uno scrittore non vive di sole parole e per nutrire quelle parole ha bisogno di altro, non bastano i libri che legge e non bastano o le pagine che scrive, ma ha bisogno di documentarsi leggendo altri articoli facendosi venire altre ispirazioni, quindi deve tenersi sempre in allenamento.

 Lo stesso vale per l’atleta, perchè se l’atleta vuole vincere una gara e ottenere dei risultati, ogni volta sempre più importanti, deve:

  • tenersi sempre concentrato,
  • tenersi sempre in allenamento,
  • non deve mai perdere le staffe,
  • mai perdere la concentrazione,
  • prepararsi sempre positivamente al livello inconscio,
  • visualizzare già la sua vittoria, quindi immaginare di vedersi arrivare per primo al traguardo, quindi distinguersi dalla massa,
  • ottenere sempre più risultati positivi,
  • cercare di trovare altre strategie per correre sempre più veloce,
  • etc…

Lo stesso vale anche per lo scrittore o il copywriter, perchè è un atleta della scrittura, vero?

L’unica differenza è che l’atleta deve usare le gambe per fare leva e correre il più veloce possibile per tagliare per primo il traguardo, mentre lo scrittore o copy, deve usare le mani per scrivere più velocemente possibile e per poter così trovare molti clienti e scrivere sempre più testi persuasivi. 🙂

Ovviamente sia lo scrittore che l’atleta,hanno bisogno anche di riposare ogni tanto, altrimenti poi il corpo ne risente e poi la concentrazione diminuisce. 🙂

L’atleta, per vincere, deve avere un’ottima forma fisica, così lo scrittore deve possedere una buona forma nella sua scrittura, perchè tutto deve funzionare in ciò che scrive.

La mente dell’atleta e la mente dello scrittore, hanno un obiettivo in comune e si capisce dalle foto…

lamentedellatletaelamentedelloscrittore

Ma che significa questo?

Che deve esprimersi in modo preciso, elegante, corretto e sintatticamente.

Le parole, per lo scrittore, sono tutto, ma ancor più la loro mescolanza, gli accostamenti, l’uso – e non l’abuso – di aggettivi, avverbi, metafore e ogni altro elemento che possa stonare leggendo.

Mentre l’atleta quando corre deve stare ben attento al suo percorso perchè basta che si prende una storta, oppure uno stiramento del muscolo, oppure c’è un piccolo sassolino che distrattamente lo prende sotto il piede e che si fa male, oppure un pensiero che gli frulla nella mente, che alla fine purtroppo lo costringe a fermarsi e per lui quella gara è finita, ma sarà qualcun altro a vincere al suo posto e a tagliare il traguardo.

Quindi sia per l’atleta che per lo scrittore, basta una piccola distrazione, può essere anche una cavolata, che la sua gara o il suo testo persuasivo, o il suo libro non ottiene i risultati che sperava. 🙁

Alla fine come puoi aver notato non c’è poi così tanta differenza tra un’atleta e un copywriter/scrittore.

Per avere anche da parte tua un parere su quello che hai letto fino adesso, ti invito a scrivere qui sotto anche un tuo parere.

Nel frattempo ti ringrazio di avermi seguito e dedicato il tuo tempo prezioso e se ti fa piacere condividilo su Facebook e CLICCA “MI PIACE” sulla mia pagina FACEBOOK.

Da oggi puoi anche seguirmi sul canale youtube per ascoltare le mie interviste gratuite ai Copywriter italiani e, sugli altri social Linkedin e Twitter.

Ciao da

MIAFIRMARIMPICCIOLITA

 

 

 

 

 

Loading Facebook Comments ...
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.